Skip to Content

Friday, November 22nd, 2019

Dove si mangia meglio in aereo? La parola all'esperto dei pasti in volo

Closed
by August 28, 2016 General
in foto: Un pasto sul volo Istanbul–Il Cairo di Turkish Airlines in classe Business – Foto Wikipedia

Diciamo la verità, non sempre i pasti serviti ad alta quota sono la parte migliore del volo. Tuttavia, qualcuno si è preso la briga di recensire decine di menù proposti dai vettori di tutto il mondo per stabilire dove si mangi meglio a bordo di un aereo. Si tratta di Nik Loukas, che con il suo blog Inflightfeed si occupa di assaggiare e valutare personalmente i piatti offerti dalle compagnie aeree.

Il blogger, australiano naturalizzato irlandese, ha percorso 428mila miglia nei cieli volando con oltre 65 compagnie aeree, per un totale di 403 viaggi. Cifre stratosferiche, se si pensa che Loukas ha girato il mondo ben 17 volte in soli quattro anni. Nik ammette candidamente di volare con determinati vettori solo per provare le pietanze del menù. La sua passione per il cibo ad alta quota è nata per puro caso, o almeno così sostiene il goloso blogger

Nella compagnia aerea per la quale lavoravo ho ricevuto un incarico che mi ha portato ad avere a che fare con i nostri fornitori di catering: sono stato folgorato. Ho scoperto che amo imparare tutto del settore, da come il cibo è selezionato a come è caricato a bordo dei velivoli, compreso tutto ciò che c’è nel mezzo.

Ma quali sono i consigli per i viaggiatori? Secondo Loukas, la compagnia migliore in fatto di cucina è Turkish Airlines, grazie ai fornitori del servizio Do&Do che deliziano i passeggeri anche sui voli a corto raggio. In Europa si distingue Aegean, considerata “vera ambasciatrice della propria tradizione in volo” anche grazie al programma “Alla scoperta della cucina greca” che dedica i menu alle diverse regioni del Paese. Tra i migliori vettori dell’Asia spicca invece Japan Airlines.

Nik suggerisce di non badare a spese per prenotare con “Book the Cook”, il servizio di Singapore Airlines riservato ai passeggeri in prima classe o in suite. Secondo il blogger “è come cenare in un ristorante privato a 10.000 metri d’altezza”. Tra i pasti serviti a bordo spiccano aragosta e caviale. Ma per soddisfare il palato ad alta quota non serve prenotare in prima classe. Considerando le low cost, le migliori compagnie sono Peach, linea aerea di Osaka, e Pegasus, linea low cost turca, che servono rispettivamente ottimo sushi e una bistecca da leccarsi i baffi.

Lo scettro dell’innovazione in cucina va invece a Air Baltic, compagnia di bandiera lettone con sede a Riga. Qui i passeggeri hanno la possibilità di creare un pasto personalizzato, scegliendo tra 70 alternative, dall’insalata al dessert. Loukas ha pensato anche alle esigenze dei più piccoli: tra le compagnie ideali per i bambini ci sono Lufthansa e la taiwanese Eva Air. La prima offre pasti per i più piccoli preparati da famosi chef, la seconda presenta menù a tema Hello Kitty.

Nik spera in futuro di provare la cucina di un vettore africano, desideroso com’è di sperimentare nuovi piatti in volo. Ma i progetti del vulcanico blogger non si fermano qui: Nik ha appena iniziato una campagna di raccolta fondi su Indiegogo per un documentario sul cibo servito in aereo.

Previous
Next