Skip to Content

Friday, December 13th, 2019

Ferrero, nuova governance e assunti oltre mille stagionali

Closed
by August 31, 2017 General

Ultimo giorno da Chief executive officer per Giovanni Ferrero. Da domani (venerdì 1 settembre) entrerà in vigore il nuovo modello di governance adottato dal gruppo dolciario con l’obiettivo «di rafforzare la propria capacità competitiva sui mercati mondiali del cioccolato e del settore dolciario e accelerare il proprio percorso di crescita». Con l’avvio del nuovo esercizio, Giovanni Ferrero assumerà il ruolo di Executive chairman, ovvero di presidente esecutivo. Come tale, continuerà a guidare il colosso di Alba concentrandosi sullo sviluppo di strategie, indirizzi di business e innovazione di lungo termine, assicurando la continuità della cultura e dei valori aziendali. 

Per garantire gli obiettivi di business, Ferrero ha deciso per la prima volta nella sua settantennale storia di affidare a un manager interno il ruolo di Chief executive officer. Ad assumere questo incarico da domani sarà il fiorentino Lapo Civiletti, 56 anni, ai vertici del gruppo da oltre 13 anni e attuale responsabile dell’area Centro Est Europa. «Sono sicuro che con la nuova governance supporteremo la crescita della nostra azienda, rimanendo fedeli alle nostre radici – aveva detto Giovanni Ferrero, annunciando mesi fa il cambiamento -. Si tratta di un passo fondamentale che fa leva sul “meglio dei nostri mondi”: la qualità delle nostre persone, la nostra eccellenza manageriale e la nostra imprenditorialità distintiva, combinazione perfetta per il successo». 

IN VISTA DELLE FESTIVITÀ
 

Martedì Civiletti era al Centro ricerche Ferrero di Alba, per partecipare alla tradizionale convention della rete vendita nazionale e delle funzioni aziendali legate al marketing e alla logistica. Nello stabilimento albese, intanto, si stanno completando gli ingressi degli oltre mille lavoratori stagionali che vanno ad affiancarsi ai quattromila dipendenti fissi per supportare il surplus di lavoro necessario in vista delle feste natalizie. Saranno utilizzati soprattutto nei reparti di produzione dei «modellati» (barrette e Bready) e dell’Estathé, nonchè sulla nuova linea di produzione delle Kinder Cards. I contratti variano dai 3 ai 6 mesi. 

CENTRO INNOVAZIONE A NEW YORK
 

Infine, l’azienda annuncia che, dopo Singapore, inaugurerà un Centro innovazione a New York. Aprirà i battenti nel campus Bridge di Cornell University a Roosvelt Island, l’isola che si trova sull’East River tra Manhattan e Queens. È stato realizzato con Citibank e Two Sigma Investment nell’ambito dello sviluppo di un nuovo campus da 2 miliardi di dollari. 

Previous
Next