Skip to Content

Saturday, September 21st, 2019

Fuochi d'artificio: nove appuntamenti per ammirare i più belli

Closed
by December 29, 2017 General

Capodanno cinese, Hong Kong – Non potevano mancare all’appello i veri inventori dell’arte di fabbricare i fuochi d’artificio, suggerisce il motore di ricerca Secret Escapes. Ogni anno, ad Hong Kong, il Capodanno cinese offre un saggio senza eguali di questa tradizione secolare con uno straordinario spettacolo di colori al Victoria Harbor.

La presa della Bastiglia, Parigi – Il 14 luglio in Francia, si celebra la presa della Bastiglia che nel 1789 sancì l’inizio di uno dei periodi storici più importanti per il paese, la Rivoluzione Francese. Oggi quell’evento viene rievocato con una giornata di festeggiamenti che si chiude con un abbagliante spettacolo pirotecnico fatto ad arte per illuminare a giorno la Torre Eiffel. Ogni anno viene scelto un nuovo tema che accompagna i 35 minuti di spettacolo che attira oltre mezzo milione di spettatori tra i Champ de Mars e il Trocadéro.

I record del mondo di Dubai – Il Capodanno non è completo senza fuochi d’artificio, ancor meglio se lo spettacolo pirotecnico in programma mira a battere il record del mondo. Nel 2013 a segnare un nuovo primato è stata Dubai con più di 470.000 fuochi d’artificio che hanno illuminato a giorno più di 90 chilometri di coste dell’Emirato Arabo.

Sydney – Leonardo Di Caprio e Paris Hilton sono habituè dello spettaclare Capodanno che si svolge nella città australiana, dove strepitosi fuochi d’artificio – si dice tra i più spetacolari del mondo – illuminano la magnifica baia affacciata sull’Oceano, in cui spiccano l’inconfondibile ponte e la spettacolare Opera House.

Pechino, Città Proibita – Il Capodanno cinese che quest’anno si festeggia il prossimo febbraio vale la pena di essere vissuto tra gli spettacolari fuochi artificiali che illuminano la incredibile Città proibita immenso complesso di palazzi che fu il palazzo imperiale della dinastie Ming e Qing per quasi 500 anni. Fu edificata agli inizi del ‘400 ed è composta di 980 edifici divisi in 8.707 camere che corpono una superficie di 720.000 metri quadrati.

Singapore, una festa “melting pot” – Una città che è la sintesi di varie culture ed etnie si prepara a festaggiare un Capodanno da molto tempo ormai tra i più iperbolici del mondo. In Pieno centro e per oltre due chilometri, milioni di luci e installazioni fantasmagoriche vestiranno i palazzi e i grattacieli. L’atmosfera decisamente più pazza e festaiola è quella che si respira nel quartiere di Marina Bay.

Il Capodanno sul Tamigi, Londra – Per chi preferisce restare in Europa e godersi tutto il fascino della tradizione, ecco uno dei Capodanni più celebri, la cui colonna sonora è data dai rintocchi del Big Ben e dallo scoppiettare di mille fuochi d’artificio che illuminano la torre di Londra,i battelli sul Tamigi, Westminster.

Giorno dell’Indipendenza, Washington – Quale posto migliore per festeggiare il giorno della libertà negli Stati Uniti, che in uno dei suoi luoghi più rappresentativi: il National Mall di Washington D.C, ovvero il bellissimo parco monumentale che ospita gli edifici più famosi della città? Il 4 luglio di ogni anno, il cielo di Washington si tinge di rosso, bianco e blu, in uno spettacolo pirotecnico che si riflette nella enorme Reflecting Pool, con sullo sfondo il monumento a Washington, il Thomas Jefferson Memorial e il Lincoln Memorial.

Festival di Nagaoka, Giappone – Originariamente utilizzati per allontanare gli spiriti maligni, i fuochi d’artificio (Hanabi), hanno una lunga tradizione in Giappone e rappresentano, per i turisti di tutto il mondo, uno degli spettacoli più belli a cui assistere dal vivo. I principali festival si svolgono durante le vacanze estive, nei mesi di luglio e agosto, e richiamano ogni anno migliaia di spettatori. Tra gli eventi assolutamente da non perdere i fuochi d’artificio di Nagaoka, città della prefettura di Niigata.

Previous
Next