Skip to Content

Friday, August 23rd, 2019

Giunta Raggi, Mazzillo al Bilancio e Colomban alle Partecipate

Closed
by September 30, 2016 General

Roma – Era nei boatos ed e’ arrivata oggi la designazione – manca ancora la nomina formale – dei due nuovi assessori della giunta capitolina guidata da Virginia Raggi. Sono Andrea Mazzilo, destinato al Bilancio, e Massimo Colomban, che avra’ la delega alle Partecipate.

Andrea Mazzillo, commercialista esperto di finanza locale e docente nell’universita’ di Tor Vergata, e’ stato il “mandatario” di Virginia Raggi, ruolo in cui ha sovrinteso alla raccola di fondiper campagna elettorale della sindaca tramite bonifico, carta di credito o pay-pal. Prima di militare nel movimento 5 stelle, Mazzillo era stato candidato anche alle primarie per la segreteria regionale del Pd, a sostegno di Nicola Zingaretti nel collegio 16, per la lista “Con Veltroni, ambiente, innovazione, lavoro per Zingaretti”. In passato e’ stato inserito nel centrosinistra di Ostia, e fino al 2007 è stato vicino ad Alessandro Onorato, poi diventato coordinatore del movimento di Alfio Marchini. Si era candidato anche con Lista civica per Veltroni nell’allora XIII Municipio (oggi e’ il X) ed era risultato primo dei non eletti per poi essere nominato coordinatore municipale della lista.

Massimo Colomban e’ un imprenditore trevigiano che opera nel settore delle architetture monumentali e che era vicino a Gianroberto Casaleggio anche per il ruolo ricoperto nella Confapri, associazione che ha da sempre offerto una tribuna ai leader e agli eletti del movimento 5 stelle organizzando convegni e dibatti. E appunto sul sito Confapri si trova una biografia di Colomban, che ha fondato nel 1973, a 23 anni, il gruppo Permasteelisa, partendo da sei persone e portandolo a divenire, in meno di 20 anni, il primo gruppo al mondo negli involucri delle architetture monumentali. Nel 2002 il gruppo aveva un fatturato annuo di un miliardo di euro, 5.000 dipendenti, 40 societa’ in 25 stati di 4 continenti e “mai un licenziamento o un giorno di sciopero”. Dopo averlo quotato sia a Singapore che a Milano, Colomban ha lasciato il timone del gruppo a 83 manager ai quali ha donato in stock option e azioni il 40% della holding. “Ritornato in Italia con i propri capitali prodotti al 98% all’estero come imprenditore emigrante – si legge sul sito Confapri – Colomban acquista e restaura CastelBrando. Sviluppa una serie di iniziative immobiliari di pregio e sostiene i giovani imprenditori nella creazione di start up. Oggi e’ azionista e nel consiglio di amministrazione di diverse societa’ innovative italiane”. Colomban e’ inoltre console onorario in Veneto dell’Australia; e’ nel comitato mondiale dell’Usaf in Scott-IL, e’ stato comandante onorario di Aviano Usaf, nel board della Harvard University e docente al Politecnico Leonardo in Milano, oltre tenere lezioni al Mit, ad Harvard e in molte altre universita’ italiane e internazionali. (AGI) 

Previous
Next