Skip to Content

Ibm festeggia cento anni. 1 milione al non profit

Closed
by November 9, 2016 General

IBM ha erogato donazioni a 11 organizzazioni non profit in tutto il mondo per un valore totale di quasi 1 milione di dollari con l’obiettivo di fornire un contributo in progetti di utilità sociale innovativi. Gli IBM Centennial Grant sono donazioni in denaro e in prodotti hardware che hanno un valore di circa 100.000 dollari ciascuno, destinati a finanziare progetti in aree quali assistenza sanitaria, energia e sicurezza alimentare.
«Le organizzazioni del settore non profit e il mondo della scuola sono la linfa vitale delle comunità locali e noi vogliamo aiutarle offrendo loro un sostegno concreto», spiega Stanley S. Litow, Vice President of Corporate Citizenship and Corporate Affairs di IBM. «Insieme alla mobilitazione dei nostri professionisti, che mettono a disposizione le loro competenze attraverso attività di volontariato, questi grant contribuiranno a sostenere le organizzazioni non-profit nel raggiungimento dei loro obiettivi».
IBM ha festeggiato di recente, nella giornata del 15 giugno, una tappa fondamentale del programma dedicato al volontariato aziendale Celebration of Service, che si articolerà lungo l’intero anno del Centenario dell’azienda. L’evento ha previsto la donazione, da parte di oltre 300.000 dipendenti IBM, di 2,6 milioni di ore di volontariato in 5.000 attività, al servizio di più di 10 milioni di persone in una sola giornata.
Le organizzazioni che hanno ricevuto i Centennial grants hanno collaborato con un numero significativo di volontari IBM durante il Celebration of Service Day.

I destinatari dei Grants per il Centenario IBM comprendono:

ATN Telecentre Information and Business Association (Brasile) – Le ricerche hanno dimostrato che la mancanza di competenze e strumenti tecnologici è uno dei principali motivi per cui le organizzazioni non-profit e le piccole e medie imprese non riescono a sopravvivere in America Latina. Questa donazione aiuterà a creare una rete più intelligente di associazioni non-profit locali, e contribuirà a creare un toolkit destinato a queste organizzazioni e alle piccole e medie imprese per avere un impatto sulla politica pubblica e sostenere lo sviluppo economico.

Drishtee Foundation (India) – L’India rurale è un’area soggetta a un forte digital divide e si trova svantaggiata- dal punto di vista finanziario e sociale- a causa della mancanza di accesso alle informazioni critiche e alla tecnologia, motivo di scarsa opportunità di sviluppo locale. Questo grant finanzierà una piattaforma Smart Rural Aggregation, che contribuirà ad avviare un processo di sviluppo sostenibile per i villaggi dell’India rurale in collaborazione con la Fondazione Drishtee. La soluzione aiuterà ad aggregare servizi e prodotti critici, correlati al sostentamento, all’agricoltura e ai servizi informativi, rendendo i servizi accessibili ai contadini e alla comunità del villaggio.

El Agora (Argentina) – In Argentina, diversi osservatori sulla cittadinanza pubblicano gli indicatori della qualità della vita per le città – tra questi edilizia residenziale, servizi pubblici, trasporti, ambiente, salute e istruzione – utilizzati per proporre politiche pubbliche ai sindaci locali. Questo grant aiuterà a favorire lo scambio di informazioni tra diverse città e a promuovere miglioramenti di alcuni servizi.

Fondazione per la formazione e la tutela dei bambini con disabilità mentale (Turchia) – Secondo le stime, il 12 percento della popolazione turca è disabile. A causa dell’assenza di dati esatti sulla popolazione disabile, i servizi pubblici e sanitari destinati specifici sono stati sempre trascurati. Il Centennial grant contribuirà a costruire un database delle persone con disabilità in Turchia, a collegare il database con le istituzioni governative e le ONG e a sviluppare servizi web dedicati.

Indian Institute of Technology, Khraragpur (India) – Le inondazioni urbane rappresentano ogni anno un grave problema in India, dove le forti precipitazioni monsoniche causano danni, interrompono i trasporti, provocano la perdita di vite umane. Il grant aiuterà a finanziare il progetto Sensor Web for Smarter Cities (SENSIT), che svilupperà una soluzione a basso costo basata su sensori che verranno utilizzati per il monitoraggio delle precipitazioni e nella previsione delle inondazioni, avvertendo del pericolo cittadini e autorità locali.

Irish Cancer Society (Irlanda) – Dalla sua fondazione nel 1963, la Irish Cancer Society fornisce supporto e servizi per aiutare ad alleviare lo stress associato alla gestione del trattamento oncologico. Il grant di IBM aiuterà a sviluppare un sistema basato su tecnologia cloud per supportare lo sviluppo del programma “Care to Drive” dell’organizzazione- che fornisce trasporto gratuito ai pazienti da e verso le strutture di trattamento oncologico- inclusa la programmazione, la pianificazione e la mappatura dei percorsi, il rimborso ai volontari e la gestione dei dati.

National Association of Community Health Centers (Stati Uniti) – Questo grant aiuterà più di 20 milioni di pazienti grazie alla creazione di un software che collegherà 8.000 centri sanitari per la condivisione di idee, lo scambio di best practices e il passaggio all’istituzione di una “medical home” per ogni paziente.

Singapore Green Building Council (Singapore) – In collaborazione con il Singapore Green Building Council e il Ministero dell’Istruzione, questa donazione contribuirà a promuovere l’efficienza energetica attraverso un progetto dedicato alle scuole . Il Project Green Insights del Singapore Green Building Council utilizzerà il grant per sviluppare un sistema che terrà traccia dell’utilizzo di elettricità permettendo la riduzione dei costi energetici e di manutenzione, promuovendo edifici più “intelligenti” in 20 scuole di Singapore.

United Way Ottawa – Ottawa Neighborhood Study (Canada) – Questo grant è destinato ad ampliare un database che aiuterà l’Ottawa Neighborhood Study a comprendere meglio dove le persone vivono, lavorano e interagiscono tra loro, per definire e contribuire a migliorare lo stato di salute e il benessere di individui, famiglie e comunità. I dati saranno analizzati e condivisi con i leader locali, per stimolare un cambiamento nella comunità. I partner dell’Ottawa Neighbourhood Study sono United Way Ottawa, la Città di Ottawa, Ottawa Public Health, l’Università di Ottawa, the Champlain Local Health Integration Network e la Coalition of Community Health and Resource Centres of Ottawa.

Il sistema del Vermont State College (Stati Uniti) – Nel 2009, il Vermont ha lanciato un’iniziativa per diventare il primo stato dotato di una “Rete Intelligente” e stimolare l’efficienza e l’affidabilità energetica, creando al contempo posti di lavoro. Negli ultimi dieci anni, lo Smart Energy Management Program dell’impianto di produzione IBM nel Vermont ha utilizzato la propria rete intelligente per ridurre il consumo energetico del 20 percento, aumentando nello stesso tempo le capacità di produzione. IBM collaborerà con il sistema del Vermont State College, attraverso l’iniziativa “Managing Energy – Sustaining Our Community”, per aiutare due organizzazioni non-profit che operano a livello statale a ridurre i loro consumi energetici di almeno il 5 percento l’anno, creando un modello applicabile successivamente in tutto il settore non-profit del Vermont.
Wiener Tafel (Austria) – L’Austria ha quasi 1 milione di persone che vivono sulla soglia di povertà, eppure, contemporaneamente, moltissime tonnellate di alimenti in eccesso vengono gettate via ogni giorno. Questo grant aiuterà a fornire cibo alle persone bisognose, attraverso le creazione di una soluzione logistica che favorirà la distribuzione degli alimenti in eccesso dai supermercati alle persone che ne hanno bisogno. La soluzione mira, inoltre, ad aiutare a ridurre le emissioni di CO2 e a proteggere l’ambiente. Il sistema che IBM realizzerà, in collaborazione con l’organizzazione Wiener Tafel, è finalizzato ad aumentare le donazioni di alimenti da parte dei supermercati viennesi del 20 percento.

Per tutto il 2011, IBM assegnerà donazioni per un valore totale di 12 milioni di dollari in tutto il mondo a sostegno delle attività di volontariato dei propri dipendenti. Queste donazioni in tecnologia e denaro accrescono l’impegno di IBM verso le comunità di tutto il mondo del 140 percento rispetto all’anno scorso. Il valore totale delle donazioni del programma di IBM nel 2010, infatti è stato di 189,2 milioni di dollari.

Per celebrare il Centenario di IBM e rafforzare la lunga tradizione di responsabilità sociale dell’azienda, i dipendenti di tutto il mondo donano il proprio tempo e le proprie competenze a servizi per la comunità in misura ancora maggiore per tutto il 2011. Le attività dei volontari IBM si inseriscono nell’iniziativa globale “Celebration of Service” (http://www.ibm.com/ibm100/service) durante la quale centinaia di migliaia di dipendenti e pensionati si rivolgeranno alle rispettive comunità mettendo a disposizione le loro migliori competenze per le sfide cruciali della società di oggi.

Previous
Next