Skip to Content

Wednesday, December 11th, 2019

Mangiare per finta, anzi per davvero: addio rinunce col virtual food

Closed
by November 11, 2016 General

RINUNCIARE a sapori irrinunciabili, perché sono dannosi per la vostra salute? Una situazione comune, a cui la tecnologia potrà probabilmente porre rimedio, offrendo una sorta di ”cibo virtuale” che appagherà i sensi senza creare problemi al benessere fisico. Un passo avanti lo hanno appena compiuto Nimesha Ranasinghe dell’Università Nazionale di Singapore e la sua collega Ellen Yi-Luen Do, che hanno sperimentato una stimolazione termica in grado di simulare il gusto del dolce.
 
Il progetto è stato presentato al 2016 ACM User Interface Software and Technology Symposium (UIST) tenutosi a Tokyo e si basa sui cambiamenti di temperatura per dare la sensazione di dolcezza. Nel dettaglio, bisogna posizionare la punta della lingua all’interno di alcuni sensori termoelettrici che vengono rapidamente riscaldati o raffreddati. In questo modo, durante il test effettuato, la metà dei partecipanti ha percepito un gusto dolce. Inoltre, alcuni volontari hanno riferito di avvertire un senso di piccante se i sensori raggiungevano una temperatura più alta (circa 35°C), mentre in caso contrario (18°C) il gusto rilevato era quello di menta.  Anche se numerosi partecipanti non hanno dimostrato di percepire quanto sperato, si è trattato di un successo, considerando che già in passato gli stessi studiosi si erano cimentati in qualcosa di simile, ottenendo però scarsi risultati proprio con il gusto del dolce.
Realtà virtuale, dallo sport alla musica: emozioni in 3D

Previous
Next