Skip to Content

Wednesday, December 11th, 2019

Nico Rosberg e Lewis Hamilton faccia a faccia prima dell'ultima sfida

Closed
by November 24, 2016 General

ABU DHABI – Tra Nico Rosberg e il titolo mondiale di Formula 1 c’è solo il Gran Premio di Abu Dhabi. Il tedesco della Mercedes ha 12 punti di vantaggio sul compagno di scuderia Lewis Hamilton e gli basterà salire sul podio per vincere il titolo iridato: «È stata una grande stagione, Hamilton ha disputato tantissime belle gare, è stato un avversario duro e ha dimostrato come sempre di essere un grande pilota – le parole del capolista alla vigilia della sfida decisiva – Però non è finita, perché manca ancora una gara. Sono concentrato, emozionato ed entusiasta: tornerò a lottare per il titolo ancora una volta con Lewis, vorrei vincere questa gara per concludere al meglio la stagione e vincere questo Mondiale. Però non dite che questo è il weekend più importante della mia vita, lo è stato quello della nascita di mia figlia». Rosberg assicura che penserà a vincere la gara e non solo ad ottenere il podio: «Mi concentrerò su quello che accadrà in pista poiché questo approccio ha sempre funzionato. Sarà un weekend come tutti gli altri, cercherò di puntare alla vittoria e farò di tutto per ottenerla».

Fino al traguardo
Il suo compagno-rivale Hamilton, però, con tre successi di fila in altrettante gare ha ridotto sensibilmente il distacco e lancia la sfida al compagno di squadra: «L’obiettivo è quello di vincere la gara anche se Rosberg qui è sempre stato veloce – ammette l’anglo-caraibico in conferenza stampa – Sarà una sfida molto impegnativa ma posso solo affrontarla a testa bassa. Di certo il campionato non è andato come mi aspettavo e, anche se dovesse finire male, per me resterebbero comunque tanti aspetti positivi. La cosa positiva è che siamo riusciti a trasformare le cose negative in positive. Quando ero a 33 punti di distanza da Rosberg sembrava quasi impossibile tornare in lotta per il titolo, ma sono riuscito a ribaltare la situazione. Questo dimostra che niente è impossibile, se affronti tutto con impegno e concentrazione: esattamente la cosa che farò anche in questa ultima gara». Lewis si carica ricordando i tanti momenti difficili che ha vissuto e superato nel corso dell’anno: «Singapore non è stata una bella gara, a Baku non è andata di certo bene ma non per colpa mia. Ogni GP è un’esperienza e anche quelle negative servono, perché ti fanno apprezzare di più le vittorie. Anche in Giappone ho avuto una brutta partenza, ma ho sempre reagito grazie al mio carattere combattivo, sono sempre riuscito a risalire e di questo vado orgoglioso. Una delle mie gare preferite è stata quella di Montecarlo, in condizioni davvero difficili: è stata dura, ma ho vinto e sono fiero di quella vittoria», conclude Hamilton.

(da fonte Askanews)

Previous
Next