Skip to Content

Friday, August 23rd, 2019

Pitti Immagine Uomo: edizione record per la fiera fiorentina

Closed
by June 21, 2016 General

BIELLA – Edizione record per la 90esima edizione di Pitti Immagine Uomo (Firenze, 14-17 giugno 2016). Quello che è considerato uno degli eventi più importanti per il comparto della moda maschile internazionale ha registrato un +2,5% di compratori rispetto a giugno 2015 e si sono raggiunti i 20.500 buyer totali, di cui circa 8.400 buyer esteri. In totale il salone ha superato ampiamente i 30.000 visitatori complessivi.

Ottime presenze da tutto il mondo e ripresa dell’Italia
A trainare le presenze estere le performance molto positive di Regno Unito (+18%), Cina (+14), Germania (+5%), Belgio (+7%); molto bene anche Giappone (+3,5%) e Stati Uniti (+3%); la confortevole ripresa di Russia (+8%) dopo alcune stagioni di difficoltà, grande aumento anche dall’Europa dell’est e dei paesi baltici, e ottimi risultati per Portogallo, Danimarca, Messico, Australia, Sud Africa, Singapore, Malesia e Taiwan. Calo sensibile invece per le presenze dalla Francia, probabilmente legato anche all’ondata di scioperi in corso, alla cancellazione di numerosi voli aerei e agli Europei di calcio. L’Italia continua il suo trend di recupero, compratori in crescita a +3%, le presenze stanno gradualmente tornando sui livelli di qualche anno fa, e con i migliori negozi di moda uomo presenti a fare ricerca alla Fortezza da Basso.

Un salone energetico con tante novità
«Pitti Uomo ha festeggiato 90 edizioni nel migliore dei modi – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – un salone energetico e scoppiettante, con tante novità tra gli stand e nuovi progetti menswear lanciati sulla scena internazionale proprio dalla Fortezza da Basso. E con un programma di eventi ancor più speciale del solito, tra grandi nomi della moda, talenti emergenti e designer di assoluta ricerca. Un ringraziamento va a tutti protagonisti e ai partner di questa edizione, dalle nostre aziende agli special guest, e grazie anche a tutto il sostegno che è arrivato attraverso il Centro di Firenze per la Moda Italiana dal Ministero dello Sviluppo Economico e da Agenzia ICE, per il programma di incoming, per le iniziative promozionali e  per la realizzazione di alcuni degli eventi speciali in calendario».

Previous
Next