Skip to Content

Wednesday, August 21st, 2019

Truffe per l'acquisto dei biglietti aerei: controllati scali italiani [LEGGI L'ARTICOLO]

Closed
by June 20, 2016 General

43 Stati coinvolti, 140 arresti, 250 persone segnalate: questi i numeri dell’operazione “Global Airport Action Day” che la settimana scorsa ha visto impegnata anche la polizia italiana nei principali scali del Paese, compreso quello di Cagliari.

Obiettivo: controllare i biglietti di viaggio acquistati in modo fraudolento attraverso l’uso indebito di carte elettroniche per il pagamento; le operazioni sono state coordinate dalle città di Singapore, Bogotà, l’Aja.

In Italia sono stati controllati, oltre all’aeroporto di Elmas anche quelli di Malpensa, Linate, Venezia, Roma, Napoli, Catania, Palermo, Bologna, Orio al Serio, Genova, Torino, Lamezia Terme, Rimini e Falconara; 12 le persone denunciate in quanto trovate in possesso dei titolo di viaggio ma senza avere con sé le carte di credito con le quali avevano effettuato in frode gli acquisti.

Nel corso delle attività è stato verificato che i biglietti spesso erano stati ceduti da terze persone o attraverso agenzie di viaggio abusive gestite da organizzazioni criminali: ”Quella degli acquisti di biglietti aerei in frode è una importante attività di reinvestimento delle somme ricavate dalle frodi informatiche o dalle campagne di phishing – spiega Roberto Di Legami, Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni – Infatti, le carte di credito, clonate attraverso attività invasive di hacking e frodi informatiche, vengono utilizzate anche per l’acquisto di biglietti aerei in favore di viaggiatori ignari o criminali in mobilità. Il danno patrimoniale a compagnie aeree, società emittenti di carte di credito ed agenzie di viaggi è enorme.”

Previous
Next